Campi in Edera è un’iniziativa nata nell’estate 2023 con lo scopo di dare uno spazio di vendita diretta, quello dell’emporio, ad alcun* produttori interessati al progetto di Edera.

E’ stato proposto da un gruppetto formato da soci* e agricoltori, parlando delle difficoltà nel lavoro agricolo rispetto all’esubero di produzione nei mesi estivi, che spesso viene sfruttato dalla distribuzione organizzata per acquistare i prodotti ad un prezzo non equo.

Nel giro di pochi giorni si è imbastito lo stretto indispensabile per cominciare: due tavoli, una bilancia e un modulo da far girare tra i soci* per prenotare la spesa.

Già dalla seconda settimanail giro dei produttori si è allargato attraverso le conoscenze e la (ancora) piccola rete che attorno ad Edera si sta formando. Abbiamo ospitato infatti produttori di formaggi e uova, e da poco abbiamo anche il pane!

I produttori che hanno partecipato:

Azienda “Ai ferri corti..oregghie lunghe”, di Damiano Martelli

Azienda “Mani ‘n Terra” di Marco Tasin

Azienda di Lorenzo Paris

Azienda di Gianni Tavonati

Azienda di Ernesto Caprapunk

Azienda di Erika

Azienda di Andrea Tondini

Azienda di Corrado Paissan

Forno sociale Migola

Grazie alle proposte delle persone che hanno sostenuto l’iniziativa, abbiamo reso la gestione più efficace e più distribuita (nel senso che non c’è una sola persona responsabile di tutto!).

Come funziona? Campi in Edera è una vendita diretta dei produttori, Edera mette a disposizione solo lo spazio e la collaborazione all’organizzazione, quindi è aperta a chiunque, non solo a* soci*. Il “mercatino” si tiene due volte a settimana, il martedì e il giovedì, tra le 18.00 e le 19.30, nello spazio Edera in via Pasubio 22, Trento. Per acquistare è richiesta l’ordinazione della spesa (per questioni normative e organizzative) che viene fatta attraverso un link ad un form online (il software che stiamo utilizzando è Framaforms, un’iniziativa nata in Francia per distribuire il software libero!). Il link cambia per ogni consegna e viene fatto girare nel canale Telegram (aperto) dedicato all’iniziativa: https://t.me/campiinedera. Il pagamento si fa alla consegna. Visto che spesso i produttori hanno dei prodotti in più rispetto agli ordini fatti è anche possibile fare la spesa direttamente lì, ma, per quanto possibile, il consiglio è di prenotare la spesa.

Campi in Edera vuole anche proporre un modo diverso di fare la spesa. Non solo nella scelta del prodotto ma anche nel come: un momento conviviale che non venga vissuto non come un impegno gravoso, ma forse come un momento per stare bene insieme ad altre persone o come occasione per confrontarsi con i produttori o che so.. Per questo ringraziamo anche chi ha contribuito in questo senso, perché sicuramente un bicchiere di vino in certi casi aiuta 🙂

Un contributo per Edera! I produttori lasciano un 15% del ricavato a Edera sotto forma di donazione, quindi partecipare ai Campi, oltre a sostenere un mercato alimentare differente da quello della GDO, contribuisce finanziariamente al progetto di Edera!

Fino a quando durerà? Per ora andiamo avanti fino all’apertura dell’emporio, quando sarà Edera ad acquistare e rivendere i prodotti. E’ da vedere se la gestione del fresco, per il primo periodo in cui ci si dovrà tarare sulle quantità, richiederà un avvio attraverso ordinazioni.